Gregorio Colistra: Verso dove si va?

La sua è una fotografia impietosa, senza sconti, della nostra nazione e di chi negli ultimi venti anni l’ha governata o “sgovernata”, come spesso afferma l’autore nelle pagine del suo libro. Mille sono le domande che si pone, mille gli esempi che adduce a sostegno della sua idea guida, che sinteticamente la si può riassumere in una piccolissima frase: verso dove si va? Ed è proprio questa domanda a dare il titolo all’opera, ed è a questa domanda che Colistra, con passione e convinzione, pagina dopo pagina tenta di dare una risposta possibile. Una risposta di vita, una risposta che prefigura un futuro per una nazione che da sempre ha svolto un ruolo centrale nel mondo occidentale, almeno dal punto di vista artistico-culturale. Colistra, pur guardando alla realtà con profondo pessimismo, una piccola finestra sul futuro riesce ad aprirla e a farvi entrare uno spiraglio di luce. Convinto assertore della primogenitura della cultura e dell’arte, individua in questi due campi i punti di forza del Paese dai quali partire per tentare un nuovo Rinascimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *